In base al nuovo protocollo di sicurezza in materia di prevenzione da COVID-19, l’accesso nella basilica sarà consentito in base alle linee guida indicate dalla CEI e dal Governo Italiano. Per maggiori informazioni è possibile visitare il seguente link.

La basilica di San Bernardino all’Aquila e i suoi tesori d’arte

La maestosa Basilica di San Bernardino, sviluppatasi a partire dal XV secolo per accogliere il corpo del Santo senese, costituisce un preziosissimo scrigno con i suoi più alti esempi di arte sacra abruzzese.

La navata centrale

Entrando dal portone principale il visitatore resta colpito dalla grandiosità della basilica a tre navate. L’ampia nave centrale è sormontata da un cielo di legno intagliato e dorato con al centro il monogramma bernardiniano terminato nel 1724 e arricchito nel 1732-1733 da tre tele del napoletano Gerolamo Cenatempo raffiguranti, la maggiore: L’Immacolata Concezione con i santi Bernardino e Giovanni da Capestrano, e due minori episodi della vita del santo.

basilica-san-bernardino-laquila-abruzzo-ordine-frati-minori-francescani-chiesa-navata-centrale